Fandom

Stargate Series Wiki

Jonathan J. O'Neill

124pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
GeneralJackOneill.jpg
Jonathan Jack O'Neill
Specie: Tau'ri
Sesso: Maschio
Rango: Tenente Generale
Pianeta natale: Terra
Parenti:
Data di nascita: 20 ottobre 1952
Decesso:
Alleanze:
Apparizioni: Lista di Apparizioni
Doppiatore: Sergio di Stefano
Attore: Kurt Russell, Richard Dean Anderson
Jonathan Jack O'Neill, anche chiamato John o, più comunemente, Jack, è un Tenente Generale dell'Areonautica Militare degli Stati Uniti, che prestò servizio per otto anni nel Programma Stargate finché non venne trasferito al Pentagono, dove venne posto a capo dell'Homeworld Security. È stato il leader originale dell'SG-1 e, successivamente, il comandante del Comando Stargate.

Informazioni personali Modifica

Jack O'Neill fu il leader dell'SG-1 sin dalle sue origini, nel 1997, finché non venne promosso a Generale di Brigata nel 2004, e posto al comando del Comando Stargate. Rimase comandante dal 2004 al 2005 e attualmente è Tenente Generale e capo dell'Homeworld Security. Partecipò alla spedizione originale su Abydos insieme a Daniel Jackson. È un uomo coraggioso, irriverente, protettivo, scettico e, qualche volta, irascibile: un leader militare atipico ma di successo. Il suo numero di servizio è 69-4-141. La sua vita personale fu abbastanza travagliata: poco prima di viaggiare attraverso lo Stargate per la prima volta, suo figlio morì accidentalmente sparandosi con la sua pistola e, dopo questa tragedia, si separò dalla moglie Sara O'Neill. La sua vita professionale è stata invece avventurosa. Ha spesso accennato alcune delle operazioni a cui prese parte negli anni in cui era nelle forze speciali, tra cui delle missioni nella Germania dell'Est e in Iraq (durante la Guerra del Golfo). Nacque a Chicago il 20 ottobre 1952.[1][2] Suo suocero lo descrive come un Irishman, confermando così la sua discendenza irlandese.[3] Prova dei sentimenti per Samantha Carter, che sembrano essere reciproci. In un'occasione, furono forzati ad ammetterlo per evitare di essere classificati come Za'tarc.[4] Dato che questo tipo di relazioni sono proibite all'interno dell'Air Force, non ha mai deciso di intraprendere una relazione seria con lei. Ebbe una relazione con Kerry Johnson, ma questa sentiva che tra lui e Sam c'era qualcosa di profondo. Kerry gli consigliò di andare in pensione, ma Jack non accettò il suo suggerimento. In seguito, lei disse che stavano commettendo un grosso errore lasciando che le regole militari intralciassero i loro sentimenti.[5] Jacob Carter sembra essere a conoscenza dei loro sentimenti, così come Teal'c e il Generale Hammond.[6][7]

Biografia Modifica

1996 Modifica

Durante la sua prima missione su Abydos, O'Neill, disperato per la morte accidentale di suo figlio, portò con sé una testata nucleare, convinto che la missione sarebbe stata un suicidio. Ra, il Supremo Signore del Sistema Goa'uld, scoprì l'arma e decise di lanciarla sulla Terra. Durante la sua permanenza su Abydos, incontrò Skaara, che gli ricordò suo figlio Charlie. Nonostante tutto, decise comunque di attivare la bomba. Mentre Daniel Jackson cercava di salvare Sha're, una donna che si era innamorata di lui, O'Neill combatté contro il Primo di Ra, riuscendo a decapitarlo servendosi degli anelli trasportatori. Quando Ra vide gli Abydoniani ribellarsi contro di lui, fuggì dal pianeta a bordo della sua Nave Madre. O'Neill, non riuscendo a disattivare la bomba, ebbe la brillante idea di spedirla sulla nave di Ra utilizzando gli anelli trasportatori. L'esplosione distrusse la nave, uccise Ra e, inavvertitamente, questo evento diede inizio alla guerra tra Tau'ri e Goa'uld. O'Neill e la sua squadra tornarono sulla Terra, mentre Jackson rimase su Abydos in compagnia di Shau're.[8]

1997 Modifica

Dopo la missione su Abydos, O'Neill si ritirò dall'Areonautica. Un anno dopo, nel 1997, il Generale George Hammond chiese ad O'Neill di tornare al Comando Stargate per discutere degli eventi della spedizione di Abydos, quando Apophis e un gruppo di suoi Jaffa giunsero sulla Terra tramite lo Stargate e rapirono il sergente Carol Keterings. Quando Hammond ordinò di lanciare una testata nucleare su Abydos, O'Neill confessò di non avere ucciso tutta la popolazione, ma soltanto Ra, esploso con la sua nave. Quando questo chiese di mandare una squadra sul pianeta, la sua idea venne rifiutata e venne portato in una cella di sicurezza, dove incontrò i suoi vecchi compagni di squadra Charles Kawalsky e Louis Ferretti. Dopo qualche tempo, Hammond ebbe dei ripensamenti e parlò con O'Neill della possibilità di tornare su Abydos. Per contattare Daniel, che era ancora sul pianeta, Jack inviò una scatola di fazzoletti attraverso lo Stargate. Daniel rispose con un bigliettino che, scherzosamente, invitava a mandarne altri. Hammond autorizzò O'Neill, Kawalsky e Ferretti a tornare su Abydos, insieme alla scienziata Samantha Carter. Su Abydos, O'Neill convinse Daniel ad unirsi a lui, ma, subito dopo, Apophis e i suoi Jaffa giunsero sul pianeta attraverso lo Stargate, e rapirono sia Skaara che Sha're. La squadra tornò sulla Terra, in possesso delle coordinate del pianeta di Apophis. Sotto l'autorizzazione del Generale Hammond, O'Neill divenne il comandante della squadra SG-1, composta da lui, Carter e Jackson. Vennero quindi spediti a Chulak, il pianeta di Apophis, insieme alla squadra SG-2, sotto il comando di Kawalsky. L'SG-1 venne catturata da Apophis e venne quasi giustiziata, finché O'Neill non riuscì a convincere Teal'c, il Primo di Apophis, ad unirsi a loro. O'Neill e Teal'c sconfissero i Jaffa con le aste Goa'uld, aprirono un varco nella cella in cui erano rinchiusi e portarono in salvo tutti i prigionieri, riuscendo a tornare sulla Terra.[1]

1998 Modifica

Quando il senatore Robert Kinsey raccomandò di terminare il Programma Stargate, O'Neill e la squadra SG-1 utilizzarono il portale con delle coordinate che avevano recuperato in una missione precedente. Una volta arrivati dall'altra parte, scoprirono di essere su una delle due Navi Madre Goa'uld dirette verso la Terra, controllata da Klorel, il figlio di Apophis, che aveva scelto Skaara come ospite. In seguito, O'Neill si vide costretto a sparare Skaara, che stava utilizzando il suo Guanto Goa'uld per uccidere Daniel Jackson. Skaara venne comunque resuscitato da Apophis con l'ausilio di un sarcofago. La squadra SG-1, con l'aiuto di Bra'tac e i suoi Jaffa Ribelli, fu in grado di sabotare la nave madre di Klorel, facendola saltare in aria con del C4 e coinvolgendo anche la Nave di Apophis nell'esplosione. Al Comando Stargate, i membri dell'SG-1 vennero accolti come eroi, e al Programma Stargate fu permesso di rimanere attivo.[9][10][11]

1999 Modifica

Fifthrace2.jpg

O'Neill, su P3R-272, di fronte a un Archivio di Conoscenza degli Antichi

Durante la missione su P3R-272, Jack O'Neill venne a contatto con un Archivio di Conoscenza degli Antichi, che scaricò nella sua mente tutte le conoscenze dei misteriosi Antichi. Nonostante tutto, visto che la fisiologia umana non era abbastanza evoluta da poter gestire queste informazioni, O'Neill cominciò a parlare l'antico e, lentamente, a morire. Fortunatamente, grazie alla sua mente subconscia fu in grado di inserire nuovi indirizzi nella mappa dello Stargate, oltre a costruire un generatore che gli permise di connettere il portale a Othala, il pianeta degli Asgard. Una volta giunto su questo pianeta, gli Asgard eliminarono le conoscenze degli antichi dal suo cervello, e lo informarono dell'esistenza dell'Alleanza delle Quattro Grandi Razze, dichiarando che i Tau'ri avevano mosso i primi passi per diventare la quinta razza. O'Neill tornò quindi sano e salvo sulla Terra.[12] Quando Jack, Sam e Daniel vennero catturati da Hathor, gli venne fatto credere di trovarsi settantotto anni nel futuro. O'Neill fu il primo a scoprire l'imbroglio, riuscì a liberarsi e a raggiungere Carter e Daniel. Hathor impiantò un simbionte Goa'uld dentro O'Neill, ma Mingala riuscì ad ibernarlo criogenicamente e in seguito fu Carter a salvarlo. Hathor cercò quindi di uccidere Carter, ma O'Neill riuscì ad afferrare la regina alle spalle e a lanciarla dentro una vasca di azoto liquido, uccidendola.[13][14] Infuriati, i Signori del Sistema si prepararono ad attaccare insieme la Terra, ma Thor fu in grado di negoziare con loro l'inclusione del pianeta nel Trattato dei Pianeti Protetti degli Asgard, soprattutto grazie all'aiuto di O'Neill. Dopo questa vicenda, Thor e O'Neill cominciarono a provare un reciproco e profondo senso di rispetto.[15]

2000 Modifica

Nemesis group.jpg

Jack, Sam e Teal'c a bordo della Beliskner, insieme a Thor

Mentre O'Neill era su Edora, lo Stargate venne ricoperto da uno strato di naquadah fuso dopo che una meteora lo aveva colpito direttamente. Questo strato fungeva come l'iride della Terra. Jack rimase quindi intrappolato su questo pianeta per oltre tre mesi. Durante questo periodo, O'Neill instaurò una relazione amorosa con una donna del luogo, ma quando il Comando Stargate riuscì a mettersi in contatto con Edora, Jack decise di tornare sul suo pianeta, dopo aver saputo che Carter aveva lavorato per tre mesi su un generatore di particelle, intenta a riportarlo indietro.[16] Qualche tempo dopo, gli Asgard e i Tollan raggiunsero il Comando Stargate, con delle prove dimostranti che la Terra stava rubando la loro tecnologia, come anche quella dei Nox e dei Tok'ra. O'Neill e Hammond riuscirono a convincerli che il Comando Stargate fosse innocente, ma gli Asgard insistettero sul fatto che O'Neill avrebbe dovuto trovare il responsabile. Venne dunque organizzata una messinscena: O'Neill rubò un disattivatore di armi Tollan e venne congedato dal servizio militare. Dopo aver saputo dell'accaduto, Harry Maybourne contattò O'Neill, offrendogli un lavoro con il quale avrebbe potuto acquisire tecnologia aliena illegalmente. O'Neill accettò e fece finta di stare dalla sua parte, mentre in realtà informò gli Asgard delle attività dell'NID. Gli Asgard si ripresero quindi tutte le tecnologie rubate. O'Neill attivò quindi lo Stargate verso la Terra trasportando, a loro insaputa, i ladri dell'organizzazione segreta al Comando Stargate, dove vennero arrestati. A questo punto, O'Neill e Hammond spiegarono al resto dell'SG-1 dell'intera messinscena: era solamente un piano per scoprire dove Maybourne custodiva le tecnologie rubate. Il resto della squadra rimase offesa dal fatto che non era stata inclusa nel piano, ma il Generale Hammond spiegò che le loro reazioni sarebbero dovute essere convincenti, e per questo erano stati tenuti all'oscuro di tutto. La squadra era comunque felice di riavere O'Neill con sé.[17]
Jack modelling.JPG

Jack si dedica all'arte della ceramica tra un anello temporale e l'altro

Tempo dopo, quando i Replicatori presero il controllo della Beliskner, Thor fu costretto a teletrasportare O'Neill sulla nave, per avvisarlo di questa nuova minaccia e per istruirlo su come distruggere la nave. O'Neill richiese un vasto numero di armi, e fece teletrasportare sulla nave Carter e Teal'c. Quando Thor rivelò che non era possibile distruggere la nave facilmente, Carter propose di distruggerla con un rientro nell'atmosfera incontrollato. La nave venne quindi fatta precipitare sulla Terra, e l'SG-1 riuscì a mettersi in salvo con uno Stargate prima dell'impatto.[18][19]

Sotto richiesta della Tok'ra Anise, O'Neill, Carter e Jackson utilizzarono dei bracciali Atoniani per testare la loro efficacia. Anche se incrementavano le loro abilità naturali, come forza e velocità, i bracciali influenzavano anche il loro giudizio. La squadra si recò a distruggere una nuova Nave Madre che Apophis stava facendo costruire, anche se i bracciali persero la loro efficacia nel mezzo della missione. Nonostante gli intoppi, Teal'c riuscì a salvarli.[20] In seguito, ci furono dei sospetti che O'Neill e Carter fossero Za'tarc. Solamente dopo aver ammesso di provare dei sentimenti reciproci, i due vennero esonerati.[21] Quando O'Neill si vide intrappolato in un anello temporale insieme a Teal'c, cominciò a sperimentare i modi più stravaganti per divertirsi. Sapendo che non ci sarebbero state conseguenze alle sue azioni, Jack passò il suo tempo in svariati modi: giocando a golf mandando la pallina attraverso lo Stargate, lavorando la ceramica, girando per il Comando Stargate in bicicletta e imparando a fare il giocoliere. Durante un anello temporale, O'Neill diede le sue dimissioni solamente per poter baciare Samantha. Quando l'SG-1 riuscì a fermare gli anelli temporali, Daniel chiese a Jack se durante questi aveva fatto qualcosa di folle. O'Neill si limitò a scambiare un lungo sguardo con Samantha, prima di continuare a mangiare la sua colazione.[22]

2001 Modifica

Quando l'NID minacciò il Generale Hammond e lo costrinse a ritirarsi, O'Neill si alleò temporaneamente con Harry Maybourne per localiczzare informazioni che avrebbero permesso ad Hammond di tornare. Le tracce portarono al Senatore Kinsey, rivelando i suoi stretti rapporti con i membri dell'NID.[23]

Con l'aiuto dei loro doppioni robotici creati da Harlan, l'SG-1 riuscì ad eliminare il Signore del Sistena Cronus e ad ottenere la sua Ha'tak.[24] Pianificando una trappola per Apophis, allestirono uno Stargate per assorbire l'idrogeno del sole di Vorash. Nel frattempo, un al'kesh giunse per prendere Tanith, e Teal'c decise di utilizzare un aliante della morte per distruggere la nave. Riuscirono a distruggerla, ma sfortunatamente l'aliante si schiantò. Teal'c morì nell'incidente, mentre O'Neill si salvò per miracolo.[25] L'onda d'urto causata dall'esplosione del sole di Vorash spedì l'SG-1 e la nave madre di Apophis lontani quattro milioni di anni luce, in una galassia in cui si trovavano dei Replicatori. Apophis riuscì a prendere il controllo della nave madre di Cronus, utilizzando il sarcofago per resuscitare Teal'c e fargli il lavaggio del cervello, convincendolo di essere nuovamente il suo Primo Jaffa. Servendosi di Teal'c, Apophis tese una trappola all'ignara SG-1. Nonostante tutto, la squadra, con l'aiuto di Jacob Carter, riuscì a distruggere la ha'tak facendola schiantare sul Delmak, uccidendo Apophis e distruggendo i Replicatori. Anche dopo la morte del Goa'uld, Teal'c gli rimase fedele.[26] Solo grazie all'aiuto di Bra'tac riuscì a tornare come prima.[27]

2002 Modifica

Normal sg1 606 0741.JPG

Jack, prigioniero di Ba'al, in compagnia dell'asceso Daniel

Dopo che Daniel morì e ascese per salvare Kelowna, O'Neill si chiuse in se stesso, causando qualche risentimento in Carter.[28][29] Si oppose inoltre all'introduzione di Jonas Quinn nella squadra SG-1. Quando Anubis prese Thor in ostaggio, l'SG-1 si offrì di salvarlo. La squadra riuscì nella sua impresa, ma l'Asgard era entrato in coma a causa di una sonda mentale. Quando Anubis cercò di far esplodere lo Stargate, Jonas diede a Carter l'idea di spedire il portale nello spazio con un X-302, ma O'Neill eseguì la missione al suo posto. Dopodiché, concesse a Jonas di unirsi alla squadra.[30] Quando la ha'tak usata da Anubis per catturare Thor comparve sopra la Terra, l'SG-1 scoprì che la coscienza dell'Asgard era custodita all'intero del computer centrale della nave. Riuscirono a rimuoverla e a salvare Thor, ma causarono inoltre l'autodistruzione della nave, che si era prima inabissata, poiché era lo stesso Asgard a bloccare questa.[31]

Quando i ricercatori in Antartide trovarono un'Antica preservata tra i ghiacci, l'SG-1, accompagnata da Janet Fraiser, giunse sul luogo per studiarla. L'Antica, chiamata Ayiana, era portatrice di una piaga, che presto infettò tutti. Riuscì a curare le persone, mentre O'Neill rimase malato e, sfortunatamente, Ayiana morì poco dopo.[32] Ad O'Neill venne impiantato Kanen, un simbionte Tok'ra, solo dopo essere stato supplicato da Carter. Dopo l'unione, Kanen ebbe l'impulso di salvare Shallan, una lo'taur di Ba'al, ma la missione non andò a buon fine, e il simbionte lasciò il corpo di O'Neill. Jack venne dunque torturato da Ba'al. Daniel Jackson lo raggiunse, e gli offrì l'opportunità di ascendere, ma O'Neill si rifiutò. Fu solo quando Yu attaccò la base che O'Neill e Shallan riuscirono a scappare. Questi eventi abbassarono ancora di più la fiducia che O'Neill aveva per i Tok'ra e diedero inizio a una lunga ostilità verso Ba'al.[33]

2003 Modifica

Jack maybourne paradiselost.JPG

O'Neill e Harry Maybourne si ritrovano nell'Utopia Furling

Quando Kinsey venne coinvolto in un attentato O'Neill venne ritenuto il responsabile poiché l'assassino aveva il suo stesso aspetto. Le accuse caddero in seguito, grazie all'aiuto di Malcolm Barrett e dell'SG-1.[34] In seguito, Maybourne fece visita a O'Neill, dicendogli di possedere l'indirizzo di un pianeta in cui erano situate delle armi Antiche. Maybourne trascinò O'Neill attraverso un Portale Furling ed entrambi si ritrovarono confinati in un'utopia dei Furling: qui Maybourne nutrendosi di una pianta che induceva alla paranoia ne subì gli effetti Gli effetti allucinogeni del vegetale portarono Maybourne a credere O'Neill un nemico e cercò di ucciderlo. In seguito Maybourne riuscì a guarire dall'influsso della pianta e O'Neill gli concesse di ritirarsi su un altro pianeta.[6]

Tempo dopo, Daniel Jackson si presentò a Jack per chiedere l'aiuto dell'SG-1 quando Anubis stava minacciando Abydos. La squadra fu in grado di localizzare l'Occhio di Ra e vennero a conoscenza della città perduta degli Antichi. Nonostante tutto, furono costretti a consegnare il dispositivo ad Anubis, che minacciò di distruggere Abydos. Il malvagio Goa'uld distrusse in ogni caso il pianeta e divenne il Signore del Sistema dominante. Durante l'esplorazione di Vis Uban, l'SG-1 trovò Daniel, non più asceso, e lo convinsero a tornare sulla Terra. Quando Jonas riuscì a formulare un piano per distruggere la Nave Madre di Anubis, O'Neill e Carter utilizzarono degli F-302 per raggiungerla. Oltrepassando gli scudi, raggiunsero il nucleo d'energia della nave, e lo distrussero lanciandoci contro dei missili. Anubis portò la sua nave a Langara nella speranza di utilizzare il naquadria per alimentarla. O'Neill guidò una squadra che cercò di far perdere tempo al Signore del Sistema in modo da riuscire a distruggere il vascello stellare. Il piano ebbe successo e Jonas venne accolto a Langara come un eroe. Dopo questi eventi, Daniel tornò a fare parte dell'SG-1.[35][36][37]

Poco dopo, O'Neill venne rapito dallo scienziato Asgard noto come Loki, che vedeva in lui la chiave necessaria per risolvere i problemi della sua razza dovuti alla clonazione. Nonostante tutto, benché O'Neill fosse avanzato rispetto alla catena evolutiva dei Tau'ri, in lui non vi era la soluzione che Loki sperava. O'Neill venne rimpiazzato da un clone che non riuscì a maturare ad un ritmo normale, e l'SG-1 fu in grado di catturare Loki. Dopo aver aggiustato il DNA del clone, un Thor visibilmente arrabbiato prese Loki in custodia.[38] Quando Anubis creò i Guerrieri Kull, O'Neill guidò una squadra intenta a catturarne uno per interrogarlo. Dopo aver saputo che Daniel e Bill Lee erano stati catturati in Nicaragua durante la ricerca di un dispositivo Antico, O'Neill li raggiunse per salvarli.[39]

2004 Modifica

Oneill controlchair.jpg

O'Neill, seduto sulla sedia di controllo nell'Avamposto Antartico

Dopo aver localizzato un altro Archivio di Conoscenza degli Antichi, O'Neill si fece scaricare tutta la conoscenza nella sua mente nella speranza di trovare la Città Perduta. Al ritorno sulla Terra, l'SG-1 venne a sapere che il nuovo Presidente degli Stati Uniti, Henry Hayes, aveva sollevato il Generale Hammond dal suo incarico e l'aveva sostituito con la Dottoressa Elizabeth Weir. Quando le condizioni di O'Neill cominciarono a peggiorare, l'SG-1 convinse la Dottoressa Weir a farli recare su Proclarush Taonas. Giunti nell'avamposto del pianeta, O'Neill attivò una Mappa Stellare degli Antichi, mostrò un'immagine della Terra e pronunciò due parole: Terra Atlantus. La Città Perduta degli Antichi era la mitica Atlantide e si trovava sulla Terra. Prese inoltre gli ZPM che alimentavano l'avamposto e raggiunse l'Antartide, evitando una flotta che Anubis aveva allestito per conquistare la Terra. Durante la Battaglia dell'Antartico, O'Neill utilizzò la sedia di controllo situato nell'Avamposto Antartico per attivare la Super Arma degli Antichi. Migliaia dei Droni attivati distrussero facilmente la flotta di Anubis. Nonostante la vittoria, la squadra SG-1 fu costretta a mettere O'Neill all'interno di un'unità di stasi per salvarlo dalla conoscenza Antica, che stava nuovamente sovraccaricando il suo cervello.[40] Prima di cancellargli la consocenza Antica, Thor interfacciò la mente di O'Neill alla Daniel Jackson, e gli chiese di costruire un'arma per sconfiggere i Replicatori. O'Neill costruì un Distruttore di Replicatori, che danneggiava i blocchi dei Replicatori, rendendoli inerti. L'SG-1 fu così in grado di recuperare Carter, che era stata catturata, e salvare Orilla. Tornati sulla Terra, O'Neill venne promosso a Generale di Brigata e divenne il nuovo comandante dell'SGC. La sua prima azione fu promuovere Carter al grado di Tenente Colonnello e renderla a tutti gli effetti il comandante della squadra SG-1.[41] In seguito, quando O'Neill e John Sheppard si stavano dirigendo nuovamente all'avamposto in Antartide, vennero quasi uccisi da un drone attivato involontariamente da Carson Beckett. I due si salvarono solo grazie alle doti di pilota di Sheppard. Giunti all'avamposto, Daniel, Weir e Rodney McKay chiesero ad O'Neill di autorizzare una spedizione che avrebbe raggiunto Atlantide, nella Galassia di Pegaso. Inoltre, la Dottoressa Weir voleva includere Sheppard nella spedizione, in quanto possessore del Gene ATA, anche se O'Neill aveva inizialmente qualche dubbio. Jack riuscì comunque a convincere Sheppard, che si unì alla spedizione di Atlantide.[42]

2005 Modifica

Quando l'SG-1 venne inviata ad avvertire Maybourn dell'arrivo di Ares scoprì l'esistenza di un veicolo Antico designato per il viaggio nel tempo. Visto che O'Neill era l'unico che poteva farlo volare, dovette lasciare la Terra per andare ad attivarlo. Fu in grado di distruggere la nave madre di Ares e salvò la gente del pianeta. O'Neill fu molto soddisfatto di questa esperienza, visto che ormai sentiva la nostalgia dei viaggi interplanetari.[43] Quando i Replicatori cominciarono ad invadere la Via Lattea, O'Neill si mise d'accordo con i Jaffa Ribelli, con i Tok'ra e con gli Asgard per creare una difesa della galassia. Si rifiutò comunque di aiutare Ba'al, per dare ai Jaffa Ribelli un'opportunità di conquistare Dakara. Quando i Replicatori distrussero l'Iride, O'Neill guidò la difesa di Cheyenne Mountain, cercando di resistere abbastanza a lungo da permettere al Generale Hammondi di distruggere la base. Nonostante tutto, Samantha e Jacob riuscirono ad utilizzare la Super Arma di Dakara per distruggere tutti i Replicatori nella galassia. Questo gesto incitò il resto dei Jaffa a ribellarsi e a portare al termine il dominio dei Goa'uld.[44][45]

Quando Daniel Jackson scoprì che Ra era stato in possesso di un ZPM, la squadra utilizzò il Time Jumper per tornare indietro nel tempo al 3000 AC e rubarlo. Nonostante tutto, il jumper venne scoperto dai Jaffa di Ra. L'SG-1 cercò di scatenare una ribellione, ma O'Neill, Carter e Teal'c vennero giustiziati e Ra portò via con sé lo Stargate quando lasciò la Terra. Degli altri O'Neill, Carter e Teal'c provenienti da una linea temporale alternativa, localizzarono Daniel e assicurarono che lo Stargate venisse seppellito, in modo da preservare la linea temporale.[46] Dopo la caduta dell'Impero Goa'uld, l'SG-1 venne sciolta. O'Neill venne promosso Generale Maggiore e posto al comando dell'Homeworld Security al Pentagono. Al comando dell'SGC venne posto il Generale Hank Landry. Nonostante tutto, il Tenente Colonnello Cameron Mitchell fu in grado di rinuire l'SG-1.[47]

2006 Modifica

"A dire la verità, non mi dispiacerebbe affatto un ultimo viaggio nel vecchio orifizio."
—Jack O'Neill

Il Generale O'Neill chiese all'SG-1 di aiutare Martin Lloyd nella creazione di un film basato su Wormhole X-Treme!, in modo da creare una copertura nel caso di una fuga di informazioni riguardanti il Programma Stargate. O'Neill raggiunse inoltre la sua vecchia squadra e partecipò alla commemorazione del duecentesimo passaggio di Mitchell attraverso lo Stargate avendo il desiderio di attraversare il portale almeno un'ultima volta.[48]

Mentre testava il Ponte Intergalattico che Carter e McKay avevano sviluppato per accelerare i viaggi tra la Terra e Pegaso, la Daedalus incontrò degli Antichi vivi che reclamarono Atlantide. O'Neill e Richard Woolsey vennero inviati per discutere, visto che gli Antichi scacciarono la spedizione di Atlantide. Ben presto, però, gli Asuriani attaccarono Atlantide, cogliendo gli Antichi di sorpresa. Anche se O'Neill aveva ordinato a Landry di distruggere Atlantide con la Daedalus nel caso gli Antichi avessero perso il controllo della città, Sheppard, Weir, McKay e Beckett utilizzarono un puddle jumper per cercare di salvare O'Neill, Woolsey ed Atlantide. O'Neill, nel frattempo, dovette cercare di salvare loro, mantenendo manualmente attivo il comando di drenaggio dell'acqua di un compartimento per i jumper subacqueo. A causa di ciò, lui e Woolsey vennero catturati. Sheppard, Weir, McKay, Beckett, Teyla Emmagan e Ronon Dex furono in grado di disattivare gli scudi e rilasciare un'onda distruttrice di Replicatori, eliminando gli Asuriani in un colpo. Al suo ritorno sulla Terra, O'Neill raccomandò che la Dottoressa Weir fosse posta nuovamente al comando.[49]

2007 Modifica

Jack venne chiamato in servizio quando scoprirono che Daniel era divenuto un Priore. Dopo un acceso dibattito permise all'SG-1 di catturare una nave madre Ori che trasportava l'incompleto Sangraal nella speranza di inviarla nella Galassia degli Alterani per neutralizzare gli Ori. Nonostante tutto, Daniel dirottò la Odyssey e costrinse Jack a condurlo al Supergate, secondo i suoi piani. O'Neill diede l'ordine alla Daedalus di distruggere lo Stargate collegato al Supergate, permettendo a Daniel di chiamare il Supergate e mandare l'arma attraverso di esso. Anche se il Sangraal era stato spedito, altre otto navi Ori raggiunsero la Via Lattea.[50]

2008 Modifica

L'SG-1 venne invitata all'esecuzione di Ba'al sul Pianeta dei Tok'ra. Ba'al riuscì a fuggire ed uccise O'Neill con la sostanza che gli stava per essere iniettata. Daniel Jackson, Samantha Carter e Cameron Mitchell riuscirono a fuggire in una linea temporale alternativa, nella quale Jack era ancora un Colonnello. La linea temporale venne ristabilita in seguito grazie a Cameron e, di conseguenza, Jack non era mai stato ucciso.[51]

2009 Modifica

Il Generale O'Neill ordinò a John Sheppard di tornare sulla Terra ed utilizzare la sedia di controllo per sconfiggere le Navi Alveare alimentate da ZPM.[52] In seguito, il Generale Maggiore Jack O'Neill venne promosso al grado di Tenente Generale. Insieme al Dottor Nicholas Rush fece visita al giovane Eli Wallace per chiedergli di unirsi al Progetto Icarus.[53]

Riferimenti Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale