FANDOM


La Quinta Razza
Fifthrace
Jack O'Neill al cospetto degli Asgard.
Serie Stargate SG-1
Episodio 2.16
Prima TV USA 22 gennaio 1999
Prima TV Italia 9 agosto 2001
Scritto da Robert C. Cooper
Diretto da David Warry-Smith
Guest star Teryl Rothery come Janet Frasier
Tobias Mehler come Graham Simmons
Dan Shea come Sylvester Siler
Successivo Il Canto del Serpente
Precedente Stato di Massima Gravità

La Quinta Razza, titolo originale The Fifth Race, è il sedicesimo episodio della seconda stagione di Stargate SG-1. È andato in onda per la prima volta il 22 gennaio 1999 negli Stati Uniti, mentre in Italia è stato trasmesso per la prima volta il 9 agosto 2001.

Trama Modifica

L'SG-1 visita il pianeta P3R-272 e si ritrova in una stanza con un segno circolare al centro, sul pavimento. Il colonnello Jack O'Neill cammina sopra il cerchio, e improvvisamente un dispositivo esce fuori da una parete. Teal'c guarda dentro la cavità del dispositivo, ma ciò che vede è solo oscurità e qualche luce colorata. Quando invece O'Neill osserva l'interno del dispositivo, questo afferra la sua testa per qualche secondo e, quando lo libera, O'Neill cade per terra senza sensi. L'SG-1 torna immediatamente al Comando Stargate, dove O'Neill viene visitato, ma nessuna ferita o infortunio viene rilevato. Durante il debriefing con il Generale Hammond, O'Neill sostituisce una parola comune con una sconosciuta mentre parla. Il Generale Hammond gli ordina perciò di stare nella base per qualche tempo, in modo da verificare ulteriori accertamenti. Le condizioni di O'Neill cominciano ad aggravarsi: presto comincia a rimpiazzare frequentemente parole di uso comune con altre sconosciute.
Fifthrace2

O'Neill osserva un Archivio di conoscenza degli Antichi su P3R-272

Jack, insieme a Teal'c, si reca all'ufficio di Daniel per vedere se riesce a scoprire cosa gli sta accadendo. Daniel si rende presto conto che il linguaggio che O'Neill sta utilizzando inconsciamente è simile al latino. Jack vede l'immagine dell'iscrizione circolare che si trovava sul pianeta sullo schermo del computer di Daniel, e riesce a leggerla ad alta voce. Viene scoperto, inoltre, che O'Neill è in grado di leggere altre scritture che Daniel stava cercando di decifrare da tempo. In seguito, O'Neill arriva addirittura a scrivere una serie di equazioni complesse su una lavagna in mezzo minuto.

O'Neill viene portato dalla Dottoressa Fraiser per ulteriori test, e qui viene scoperto che sta usando oltre il novanta percento delle sue facoltà cerebrali, in contrasto con la normale percentuale di cinque o dieci percento di un normale essere umano. Daniel ipotizza che il dispositivo che aveva afferrato O'Neill aveva scaricato nel suo cervello un linguaggio alieno. In seguito, il Generale Hammond viene chiamato nella sala di controllo. Si viene a scoprire che O'Neill stava utilizzando un programma del software all'interno del computer principale. Quando gli viene ordinato di fermarsi, egli risponde di non poterlo fare. A Teal'c viene quindi ordinato di fermarlo con la forza. Nonostante tutto, il programma creato da O'Neill riesce a partire, e Carter informa tutti quanti che quest'ultimo ha aggiunto una nuova destinazione dello Stargate, non presente nella cartuccia di Abydos. Dopo questo accaduto, Daniel e O'Neill, che ormai parla solamente il linguaggio alieno, cominciano a tradurre le iscrizioni presenti sul pianeta. Tradotta, un'iscrizione dice Noi siamo gli Antichi. Qui c'è la nostra eredità. Daniel, identificandoli con le divinità romane, deduce che: gli Antichi potrebbero essere stati i creatori originali dello Stargate; il dispositivo che aveva afferrato la testa di Jack era un archivio di conoscenza degli Antichi; il dispositivo ha scaricato nel cervello di Jack tali conoscenze. Nel frattempo, Carter è perplessa dalle equazioni scritte in precedenza da Jack. Quest'ultimo risponde con un foglietto di carta, con scritto dieci uguale otto, in modo da spiegare che le sue equazioni usano una base di otto anziché una di dieci, più comunemente utilizzata. Questo sembra essere un modo rivoluzionario di calcolare la distanza tra pianeti. La Dottoressa Frasier, dopo aver esaminato O'Neill ulteriormente, conclude che le informazioni degli Antichi stanno lentamente subentrando nel suo cervello. Jack non può più parlare l'inglese ed è in pericolo di vita. Sam e Teal'c raggiungono il pianeta con le nuove cordinate, P9Q-281, nella speranza di trovare qualcosa che avrebbe aiutato Jack.

Nel frattempo, Jack comincia a costruire un dispositivo, di cui lui stesso non conosce la funzione. Dopo averlo completato, O'Neill viene informato da Daniel che l'SG-1 è intrappolato su P9Q-281 a causa del DHD, che è rimasto bloccato. L'SG-1 è in pericolo, perché il secondo sole che stava sorgendo li avrebbe arrostiti vivi. Jack scrive rapidamente delle istruzioni su come riparare il DHD, che sono prontamente inviate alla squadra attraverso il portale. L'SG-1 riesce a tornare indietro sana e salva, ma senza una soluzione che poteva aiutare Jack. Dopo qualche tempo, il computer digita un indirizzo dello Stargate, ma Carter scopre che ha bisogno di più potenza per attivarsi. Allo stesso tempo, O'Neill si reca nella sala dell'alimentazione, dove collega alla rete di alimentazione il dispositivo da lui creato.
Asgards

Gli Asgard incontrati da O'Neill su Othalla

A quel punto, lo Stargate riesce improvvisamente ad ottenere l'energia necessaria per attivarsi. Il portale si attiva da solo, e il wormhole viene creato all'ottavo chevron, anziché al settimo. Jack, Daniel e Teal'c raggiungono la sala di controllo, e scoprono che il portale si è collegato ad un altra galassia, e che l'ottavo chevron serve appunto a calcolare la distanza con altre galassie. Dopodiché, Hammond permette a O'Neill di attraversare lo Stargate.

Giunto dall'altra parte, O'Neill incontra gli Asgard. Questi rimuovono la conoscenza degli Antichi dal suo cervello. Dopodiché, gli spiegano che quelle informazioni non erano previste per lui, visto che il suo cervello non era sviluppato abbastanza per contenerle. Nonostante tutto, il suo subconscio l'aveva portato a Othalla, nella galassia di Ida, dove avrebbe trovato aiuto. Gli Asgard stavano monitorando la Terra da tempo, e avevano scoperto che gli umani avevano delle grandi potenzialità. O'Neill viene poi informato sugli Antichi, e sull'Alleanza delle Quattro Grandi Razze: gli Antichi, gli Asgard, i Nox e i Furlings. Gli Asgard affermano che la razza di O'Neill stava muovendo i primi passi per diventare la quinta razza. Dopodiché, O'Neill viene rispedito a casa tramite lo Stargate, sano e salvo.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale